Möbius open stripes

Anno: 2013
Tecniche: modellazione
Materiali: plexiglass, acciaio

Möbius Open stripes è il primo prototipo, pensato come dono per una donna speciale, di un progetto che ibrida i concetti e la teorizzazione di una società bidimensionale tratti dal meraviglioso romanzo fantastico-fantascientifico di Edwin Abbott Abbott "Flatlandia" nell'uso dell'ago che nel testo rappresenta la donna, la cui punta si garantisce la pervasività, nell'ambito della struttura sociale teorizzata dall'autore, e il concetto di superficie non orientabile teorizzato dal matematico August Ferdinand Möbius col suo famoso nastro infinito.
La doppia torsione e l'apertura del plexiglas, rappresentano, con la dovuta licenza poetica, l'occasione di sconfinare oltre l'infinito finito del matematico.